Quattro nuotatori salentini tengono alto il nome di Galatina nei campionati nazionali

Stampa

Andrea Benegiamo,  Luca De Simone, Simona Mangione, Luisa Congedo, Elisa Mele Andrea Benegiamo, Luca De Simone, Simona Mangione, Luisa Congedo, Elisa Mele Si sono svolte nel mese di giugno le finali nazionali del Trofeo delle Regioni, manifestazione multidisciplinare organizzata dalla Federazione Italiana Nuoto e riservata ai bambini di 9-10 anni appartenenti al settore non agonistico "Promozione e Propaganda". In una cornice di pubblico degna delle grandi occasioni, tantissimi piccoli nuotatori si sono sfidati tra le corsie della piscina di Chianciano alla conquista del titolo di Campione d'Italia.

Le rappresentative regionali, composte ciascuna da ventisette atleti, hanno dato vita a una bella ed entusiasmante competizione sportiva che ha visto associate le discipline del nuoto, del sincronizzato, del salvamento, del nuoto di fondo e della pallanuoto, in quella che alla fine si è rivelata una grande festa dello Sport nel pieno rispetto degli intenti della Federnuoto, che, con eventi di questo tipo, intende promuovere e dare visibilità a tutte le discipline che, oltre al nuoto, sono praticate nelle Scuole Nuoto Federali.
La rappresentativa pugliese ha saputo farsi onore conquistando, alla fine della tre giorni di gare, un meritatissimo secondo posto. La Puglia è stata preceduta dal Veneto per soli 4 punti, mentre sul terzo gradino del podio è salita la Campania.
Facevano parte della rappresentativa regionale anche quattro salentini: Andrea Benegiamo, Luisa Congedo, Luca De Simone ed Elisa Mele, tutti tesserati FIN e AICS per lo Sporting Nuoto Galatina.  I piccoli, preparati dai tecnici Antonio Fiorentino e Simona Mangione, non hanno tradito le aspettative e hanno affrontato la competizione iridata da protagonisti con prestazioni cronometriche degne di nota. Il medagliere "salentino" è stato molto ricco grazie agli Ori vinti con la staffetta 4x100 stile libero (Pitullo-Semeraro-Benegiamo-Mele), l'Argento della 4x100 mista (Ferrucci-De Simone-Spezio-Spezio), oltre alle medaglie individuali d'Oro e d'Argento vinte da Elisa Mele, rispettivamente nei 50m rana e nella prova di salvamento (50m con ostacoli), e il Bronzo di Luisa Congedo nei 50m dorso.