Chi raccoglie le deiezioni dei cani di quartiere?

Stampa

Vito_Lisi_cani Vito_Lisi_cani Caro direttore, multare i proprietari dei cani che sporcano la città con le loro deiezioni, mi sembra una cosa giusta e sacrosanta. I cittadini, ormai stufi di praticare la gimkana camminando sui marciapiedi e nei parchi, plaudono a questa iniziativa. Grazie dottor Montagna! Forse, direttore, ci vorrebbe qualche segnale, un cartello che educhi il cittadino a tale comportamento. Ma una domanda nasce spontanea: le deiezioni lasciate dai cani randagi che il Comune ha adottato, chi le raccoglierà?

Caro Vito, quelli che tu identifichi come randagi sono, in realtà, cani di quartiere. A richiedere la loro adozione sono stati numerosi cittadini che, forse, dovrebbero occuparsi dei loro adottati in tutto e per tutto. (d.v.)