Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

Mi trovo bene in questo mondo

E-mail Stampa PDF

Santo_Stefano_Otranto Santo_Stefano_Otranto Ti svegli ed è già settembre, hai lasciato alle spalle il sole d'agosto e un mare calmo e pulito. Ricominci la vita di tutti i giorni che hai ancora la "pelle nera"bruciata dal sole e la testa piena di musica. Ricominci a "mettere la sveglia" ed è una gran fatica tirarti su la mattina. Tiri fuori qualcosa di più pesante, tiri fuori l'ombrello. Cerchi i libri abbandonati chissà dove, tra un po' si ricomincia a studiare. Arriva qualche nuvola, arriva l'autunno, arriva qualche preoccupazione. La preoccupazione che la situazione economica non cambi, la preoccupazione che tanti studi e sacrifici non siano ripagati. La preoccupazione che "non valga la pena". La paura di essere in tanti, di essere in troppi. La paura di dover fare cose diverse da quelle imparate, di restare troppo a lungo precari, di non aver domani. La paura di pesare troppo ai propri genitori. Paura che quel forte vento di speranza e di cambiamento smetta di soffiare, paura di trovarsi un giorno davanti alla sede di un partito o davanti alla segreteria di qualche "onorevole indaffarato" ad aspettare una risposta, ad aspettare una proposta. Che forse arriverà o forse non arriverà.
Affiorerà la rabbia per un esame andato male, affiorerà la voglia di sparire, la voglia di espatriare. Di tanto in tanto tornerà la voglia di cambiare aria, di cambiare indirizzo, di cambiare ragazzo, torneranno i dubbi su quanto fatto, su quanto detto. Tra un po' di tempo ogni preoccupazione sarà lontana, avrai ritirato gli ultimi libri, avrai già fatto l'abbonamento al pullman o avrai già fatto il biglietto per un treno che ti porterà nella città dove hai deciso di studiare. Insieme ai libri porterai con te i nostri sapori, i nostri colori, l'amore dei tuoi cari. E noi genitori preoccupati ad ascoltare ogni vostro sguardo, ogni vostra preoccupazione, spiare le vostre cose, i vostri segreti, sperando di trovare scritto alla fine di qualche pagina di un libro appena cominciato: "MI TROVO BENE IN QUESTO MONDO".

 


Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 46 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4438
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 6636591
You are here: Rubriche Lettere Mi trovo bene in questo mondo