Bloccata in casa dai maleducati. La 'villa' trasformata in un megaparcheggio. Le responsabilità dei cittadini, dei politici e dei dirigenti comunali

Stampa

Camper_in_piazza_Alighieri Camper_in_piazza_Alighieri Gentile direttore, le scrivo questa mia email non per spirito polemico ma semplicemente per segnalare quanto più volte segnalato da altri miei concittadini: il problema dei parcheggi selvaggi in occasione delle manifestazioni in piazza senza che nessun vigile intervenga! Io con mio marito abbiamo, in questa calda estate, visitato diversi comuni, con le loro sagre e le loro feste (Zollino con la sua sagra, Leverano con la sua festa della birra, Otranto, Gallipoli, Martano, Corigliano, Seclì, Maglie, ecc.). I vigili erano sempre all'erta, pronti a punire con un verbale chi parcheggiava su un passo carrabile o sui marciapiedi o agli angoli delle strade. Da noi invece nessun vigile nelle strade adiacenti la piazza centrale! Ieri sera non potendo usare i marciapiedi eravamo costretti a camminare per strada, con il rischio di essere investiti dalle auto. Inoltre, se uno dovesse uscire per un emergenza dal garage, cosa fa? Aspetta che il maleducato di turno finisca il suo giro in piazza? Provi per un attimo ad immaginare di avere l'auto parcheggiata in garage, un suo parente che si sente male, deve togliere l'auto per andare in ospedale e non può perchè un incivile le ha parcheggiato sul passo carrabile per andare a divertirsi! ed i vigili che dovrebbero garantire un diritto (paghiamo il passo carrabile) non intervengono!
Può spiegarmi perchè non si vuole intervenire? Può qualcuno spiegarmi perchè a vincere devono essere sempre i soliti scorretti e disonesti?
Mi scusi lo sfogo, ma ho davvero paura a far crescere i miei figli in questa società, con questi modi di fare e con questa inciviltà. e qualcuno ha pure il coraggio di parlare di legalità...
Un saluto, caro direttore, e buona fine estate.

Gentile Maristella
, non ho bisogno di immaginare quello che si prova ad avere l'auto bloccata dall'incivile di turno quando si ha urgenza di andare via. E' un fatto che accade tutti i giorni, da 31 anni, sotto casa mia. I Vigili non possono essere ovunque mentre i maleducati si trovano dappertutto.

Ci sono però alcuni interventi che potrebbero essere fatti ed, invece, si evitano da anni con qualunque amministrazione. Proprio domenica sera il titolare di un bar di piazza Alighieri mi ha fatto notare che la nostra 'villa' in occasione della festa di San Pietro o di manifestazioni come 'La Notte della Taranta' diventa un megaparcheggio di camper degli ambulanti, furgoni, auto in disarmo o, addirittura, camion. In nessuna città degna di questo nome viene consentito un comportamento simile.
La sua domanda sui Vigili e quest'ultima sui camion, sembrano di tipo tecnico ma in realtà sono politiche. Tecnicamente, infatti, il dirigente della Polizia Locale potrebbe rispondere che non ha personale e che non ha avuto disposizioni sui parcheggi dei mezzi dei commercianti. (Attualmente, poi, il dottor Orefice viene a Galatina due giorni a settimana e, non essendo galatinese, non ha la memoria storica della situazione pur ricoprendo il doppio incarico di dirigente dei due uffici interessati, Polizia Locale e Commercio).
I politici, invece, hanno responsabilità chiare. Devono decidere ciò che, a loro parere, è il bene per la città. Starà poi ai tecnici dare attuazione alle loro decisioni o dimostrare la loro inattuabilità.
Nei due casi che ci riguardano, ad un profano, sembra evidente che i Vigili Urbani possono essere organizzati in modo da coprire la piazza almeno fino alla fine delle manifestazioni autorizzate e i camper (e tutto il resto) possono essere fatti parcheggiare al Quartiere fieristico. Ci saranno le proteste dei commercianti ma non si è visto mai che un ospite imponga le sue regole a chi lo accoglie in casa.

Impariamo dai nostri errori. Tutti. Cittadini, dirigenti e politici.
Ricambio i Suoi saluti ed il Suo augurio. (d.v.)