Il 18 novembre alle 18, Pino Aprile alla Fiera di Galatina

Stampa

giualsudpinoaprile giualsudpinoaprile In questo nuovo libro di Pino Aprile, autore di “Terroni” che ha venduto oltre 250.000 copie, si parla anche di:  - una disposizione del ministero della Pubblica Istruzione (gestione Gelmini) che cancella dall’insegnamento nei licei le opere di scrittori e poeti meridionali  - norme per un federalismo fiscale “equo e solidale” decise in quasi assoluta solitudine da leghisti e amministratori del Nord, in assenza di quelli del Sud, (nasce il dubbio di quanto sia equo e solidale il criterio usato)

- una generazione di giovani meridionali che non ha intenzione di andarsene, che vuole conoscere meglio la propria terra e migliorarne la condizione. Giovani che, conosciuto il mondo e nonostante le buone offerte di lavoro ricevute altrove in base alle acquisite competenze, decidono di accontentarsi del poco che il Sud può offrire e restare, restare ad oltranza dando vita ad un fenomeno antropologico che il professor Vito Teti chiama, con un bellissimo neologismo, “La Restanza – l’antropologia del restare”

- di come oggi al Sud, più che braccia proletarie, tocca fornire al Nord teste proletarizzate, a centinaia di migliaia; ci si svena per produrle, poi le si cedono a basso prezzo, offrendo il giusto solo a pochi, poco a tutti gli altri.

- dell’età coloniale del nord, retaggio ottocentesco, che è ormai finita: il ladro che ruba sempre nella stessa casa prima o poi la trova vuota! Se il Sud fallirà nell’azione di recupero del Paese, tutta l’Italia continuerà a scivolare sempre più indietro nella graduatoria delle nazioni civili. E non è detto che resti UNA.

- giovani terroni che salveranno l’Italia perché nessuno più di loro ha interesse e bisogno di farlo, più dei coetanei del nord dove anche se nulla cambia va bene comunque. Il Sud non può aspettare e non può sbagliare nell’azione di recupero del Paese.

Questo e molto altro leggeremo nel libro di Pino Aprile,diretto soprattutto ai nostri giovani … in attesa di conversare direttamente con lui il 18 novembre alla Fiera di Galatina.

Per gli amici di galatina.it “Giù al Sud” il prezzo di 19,50 euro sarà scontato a 16,50. Vale la solita formula: “Mi manda Galatina.it”.