Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

Diario del movimento del mondo

I poeti non guardano, vedono!

E-mail Stampa PDF

poeta poeta Riflessioni semiserie sul reading di poesia orale SALENTO POETRY SLAM tenutosi presso Biblioteca "P.Siciliani" Galatina.
MASSIMO PASCA 1° classificato SALENTO POETRY SLAM: "Per me la poesia è come una sorta di bandito che ti rapisce ma non ti spiega la ragione per cui l'ha fatto, non so assolutamente se sono un poeta e onestamente non me lo chiedo neanche tanto spesso, so bene che esprimermi è un'esigenza, con le parole e con la pittura. Ho sempre

Leggi tutto...

Wislawa Szymborska. Poesia da perdere il fiato

E-mail Stampa PDF

ella-fitzgerald2 ella-fitzgerald2 Credo, senza presunzione, che sia la miglior poesia che io abbia mai letto, scritta per omaggiare un'artista, morta anni prima: l'immensa Ella Fitzgerald, che a lei piaceva tanto, era la sua cantante preferita. C'è poco da dire leggendo Szymborska, è inutile aggiungere altro, bisogna solo aprire i suoi libri, immergersi nelle sue parole, e accorgersi che la scrittura delle volte raggiunge livelli così alti con una leggerezza e semplicità così impressionante da perdere il fiato...

Leggi tutto...

Quanto è difficile essere donne di questi tempi!

E-mail Stampa PDF

equilibrista equilibrista “La fattura è stata spedita ieri regolarmente via email. Provo a rimandargliela. Se non le dovesse essere arrivata entro stasera mi chiami pure al 333-33333.Giorgio.” Leggevo sul monitor del mio pc il messaggio del fornitore di Varese e pensavo tra me e me “ come cazzo si fa a perdere un’email? In quale spazio virtuale staranno a giacere ferme e  sonnolenti? Magari aspettano un bacio per essere inoltrate..

Leggi tutto...

L’Horror dei sentimenti

E-mail Stampa PDF
 La solitudine li accomuna. Uno è cinematografico, l’altro è letterario. Interpretazioni profonde dell’amore tra due persone accomunate da un dolore tutto fisico unico e indivisibile, dove vince l’autocontrollo e l’implosione dei sentimenti. Ed è proprio nella carne dei corpi, nei loro respiri, nei loro sguardi, nella scelta cromatica dei loro luoghi, che il film di Costanzo diventa altro rispetto al romanzo di Giordano.
Leggi tutto...

Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 119 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4439
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 5442344
You are here: Rubriche Diario del movimento del mondo