Non basta avere la stessa moneta. In Europa ci vuole anche una politica economica comune

Stampa
Gentile Direttore, vorrei riscontrare l'articolo del Dott Cacciatore del 4.02.2011 "Debito, moneta e inflazione: una soluzione a portata di mano" segnalando come nello stesso si sia posta molta attenzione alla politica monetaria dell'area Euro, con evidenti riferimenti alle strategie operative della Banca Centrale Europea, ma si sia omesso di focalizzare una grande anomalia del sistema Euro. In Europa, infatti, a differenza di altre aree monetarie, ad es. gli Stati Uniti d'America (area dollaro), manca una politica economica unitaria che possa sostenere la politica monetaria della BCE.
Molti economisti concordano ormai da anni  sul fatto che una politica monetaria disgiunta dalla politica economica, attualmente affidata ai singoli governi centrali nazionali, possa creare maggiori disuguaglianze di quante già non fossero presenti nella nostra cara e Vecchia Europa.
In Europa assistiamo ad una politica monetaria tesa al contenimento dell'inflazione (piuttosto che al sostegno della crescita) ed affidata ai cosiddetti burocrati europei (BCE), ed a tante politiche economiche nazionali disgiunte tra loro, affidate al sistema politico nazionale da sempre notoriamente orientato al perseguimento di obiettivi di breve periodo da poter utilizzare quali cavalli di battaglia nelle continue e ricorrenti campagne elettorali.
Le nostre Istituzioni politiche sono chiamate alla risoluzione (almeno parziale) di tale anomalia europea al fine di rilanciare l'economia reale della Vecchia Europa e risanare le finanze degli Stati Nazionali anche attraverso l'utilizzo delle forme più adeguate di prelievo fiscale.

Gentile Roberto, La ringrazio per il contributo, al quale, sono certo, Alberto Cacciatore non farà mancare il suo commento. (d.v.)