"Il Tredicesimo Ospite". Gli Armonauti portano oggi in scena al 'Tito Schipa' la loro ultima fatica

Stampa

tredicesimoospite tredicesimoospite Oggi, presso il teatro Tito Schipa di Gallipoli, esordirà in prima assoluta   "Il Tredicesimo Ospite", una commedia brillante scritta da Salvatore Magno per 'Gli Armonauti'. Liberamente ispirato ad "Arsenico e vecchi merletti" il noto film di Frank Capra, è la grottesca parodia del caritatevole impegno sociale di due vecchie signore che per riempire il proprio tempo si dedicano a sollevare il prossimo dall'angoscia di un'esistenza condotta in solitudine, trovando, a quanti ne facciano richiesta una serena collocazione. A dar vita a questo esilarante groviglio: Franco Alemanno, Elena Stefanelli, Paola Tricarico, Adele Bidetti, Tetta Bidetti, Fernando Scialpi, Salvatore Magno, Gabriele Bellisario, Emanuele Greco, Luciano Alemanno, Carlotta Morciano, Sasi Tondo. La regia è di Salvatore Coluccia.
"La preparazione di questa ultima fatica è stata costipata dalle vicessitudini che hanno interessato la nostra sede operativa -racconta Coluccia-  Le prospettive non sono di certo rosee per il prossimo futuro, visto che le ipotesi di trovare sistemazioni alternative, fatte dai funzionari comunali, sembrano molto aleatorie". "Pur volendo affittare una sede -aggiunge-Gallipoli ha canoni improponibili. Forse per portare avanti la nostra passione che per altro dà un contributo alla cultura cittadina dobbiamo emigrare in contesti più ricettivi? E ancora, qualora questa fosse l'unica soluzione percorribile, possiamo ancora ritenerci legati a questa comunità cittadina alla quale siamo comunque affezionati?"
E' scaduto ieri improrogabilmente il tempo concesso alla compagnia per completare lo sgombero dei locali comunali. Ciò vuol dire che i nuovi allestimenti in programma per la stagione estiva sono bloccati, così come problematica resta l'attività estiva. "Ma forse questo è di poco peso per chi occupa la stanza dei bottoni conclude amaramente Coluccia- del resto se la cultura non ha prezzo, può anche essere liquidata con pochi spiccioli".