Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

'La magia di un rintocco'. L'opera prima di una galatinese a Padova

E-mail Stampa PDF

Paola_Toto Paola_Toto L'ombra vive alla luce -
di notte si spengono insieme - 
e non può essere senza di essa.
Segue ed è seguita - instancabile
flusso. Muori ombra! Ora sei luce. Paola Toto, un'altra giovane salentina (e prima di tutto galatinese) fuorisede, è laureata e addottorata in Matematica; insegna Fisica in un istituto professionale di Padova. Unisce la passione per la Matematica alla passione per la poesia. E' affascinata dai generi poetici di ispirazione giapponese e in questi giorni ha visto la pubblicazione del suo primo libro.

Paola, come è nata questa passione?
Ho scoperto questo genere per caso, da un link su internet, il 30 aprile. Sono stata incuriosita dal genere e mi sono subito messa all'opera a sperimentare. Avevo già composto Haiku e Tanka e mi è venuto naturale farlo, visto che anche questo genere poetico è di ispirazione giapponese.
Qual è la sua particolarità?
Il keiryū (dal giapponese, letteralmente, "torrente di montagna") è un componimento poetico di ispirazione giapponese formato da quarantadue sillabe distribuite in cinque versi, secondo il seguente schema metrico: 7-9-8 9-9.
I primi tre versi introducono il tema e costituiscono lo izumi ("sorgente"), mentre gli ultimi due, ad essi intimamente connessi ma di più ampio respiro concettuale, formano il cosiddetto nazo no kaze (letteralmente, "enigma del vento"), ovvero un'incisiva e criptica conclusione (o un paradosso) che invita il lettore ad una riflessione esistenzialistica sul tema affrontato.
E' stato divertentissimo per me comporre in base a questo schema metrico... ho giocato con le parole, con le molteplici sfumature che un termine ha nel suo significato. E' un po' come aver applicato la matematica alla poesia.. ecco perché mi sono divertita..
E' stato un gioco. Che ora è pubblicato.
Cosa racconti nei tuoi versi?
Ho raccontato in versi le mie emozioni vissute in un breve arco temporale: tra il 30 aprile e il 12 giugno...
Perché "La magia di un rintocco"?
Perché come ho scritto nell'introduzione, il mio augurio personale per ciascuno è che si possa far esperienza nella propria vita di questa magia di rintocchi, perché la propria esistenza sia un inno alla Gioia, una danza anche nelle difficoltà.

Il libro di paola è disponibile al link http://www.arduinosacco.it/product.php?id_product=854 La_magia_di_un_rintocco La_magia_di_un_rintocco


Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 85 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4439
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 5752751
You are here: Recensioni Libri 'La magia di un rintocco'. L'opera prima di una galatinese a Padova