Il Lupo salentino sbaraglia con Vittoria Coppola i giganti dell'editoria

Stampa

gli-occhi-di-mia-figlia-il-libro-di-vittoria--L-QA_lPT gli-occhi-di-mia-figlia-il-libro-di-vittoria--L-QA_lPT E' accaduto l'impossibile! Un piccolo editore salentino Lupo Editore e una esordiente scrittrice di Taviano, Vittoria Coppola, hanno sbaragliato le corazzate dell'editoria nazionale quali Rizzoli, Mondadori ed Einaudi con i mostri sacri del calibro di Maraini, Pansa, Carofiglio ed altri. Il libro dell'anno 2011, secondo il sondaggio del TG1, é "Gli occhi di mia figlia", un delicato romanzo che, con uno stile fresco e diretto, ci racconta il rapporto conflittuale tra madre e figlia.

La storia, narrata da Vittoria Coppola, va al cuore dei sentimenti e tocca coraggiosamente il tema profondo della maternità. "Siamo felici - dichiara Cosimo Lupo - perché a volte ci si sveglia pensando davvero che qualcosa può succedere grazie a tutti quelli che credono non solo in noi, ma nella piccola editoria indipendente. Siamo felici perché sappiamo che non siamo noi a vincere ma la lettura, la scrittura e quell'odore che solo i libri hanno . . . "
Una scrittrice esordiente e un editore coraggioso confermano ancora una volta che il Salento è una terra di talenti.
Il romanzo lo si può trovare presso la Libreria Viva di Galatina.