Da cinque anni lottiamo per il depuratore e non abbiamo intenzione di smettere. Il 30 con Gervasi incontreremo i dirigenti dell'Asi

Stampa

EnzoDELCOCO EnzoDELCOCO L'annoso problema del NON FUNZIONAMENTO del Depuratore di Galatina a servizio dell'Area Industriale di Galatina e Soleto di proprietà del Consorzio ASI di Lecce, per lo smaltimento dei reflui provenienti dalla suddetta Area, ritorna alla ribalta. Da oltre CINQUE anni questo problema ci ha visti protagonisti, riuscendo ad ottenere numerosi risultati positivi, quali: Finanziamento di Euro 1.300.000 per l'adeguamento dell'Impianto alle normative vigenti; Adeguamento e Collaudo dell'Impianto, in tempi brevi; Autorizzazione definitiva al trattamento dei Reflui; Rifacimento del tratto danneggiato della condotta di collegamento tra le Industrie e l'Impianto ( Primo Tratto );
Ci siamo battuti affinchè i lavorati, da sempre presenti sull'Impianto, fossero garantiti nella tutela del loro posto di lavoro.
Quando sembrava che ormai la risoluzione fosse imminente, da Giugno 2010, inspiegabilmente si è bloccata ogni aspettativa: l'Impianto continua a rimare chiuso e incustodito, in balia di atti vandalici che hanno distrutto tutto ciò che a fatica eravamo riusciti ad ottenere.
Per l'ennesima volta a pagarne le conseguenze è il territorio, che rischia un GRAVISSIMO inquinamento della Falda acquifera, con non pochi disagi degli operatori dell'Area Industriale.
Siccome siamo convinti della necessità di avere un Servizio indispensabile per il buon funzionamento dell'Area Industriale e per non vedere vani tanti sacrifici fin ora sostenuti, ci siamo adoperati per fissare un incontro presso l'Ente proprietario ( Consorzio ASI di Lecce ) e far chiarezza sugli ultimi avvenimenti.
Lunedì 30 Aprile c.m. una delegazione di Galatina Altra con il candidato Sindaco Avv. Carlo Gervasi, sarà ricevuta dai dirigenti del Consorzio ASI di Lecce.