L'ispettore ambientale non ci costerà un euro e finalmente farà il lavoro per cui è pagato

Stampa

RobertaForteIMG_2550r RobertaForteIMG_2550r E' chiaro che ognuno ha il suo ruolo, ma che l'opposizione pur di attaccare debba contrastare una figura rispetto alla quale, in linea di principio, non si sente contraria, mi sembra esagerato. La figura dell'Ispettore Ambientale sarà di assoluto ed esclusivo giovamento per il Comune di Galatina oltre ad essere il primo passo verso l'efficientamento di un servizio da tutti giudicato deficitario ed il primo tassello di un opera di civilizzazione ambientale sconosciuta sinora in città, ma di cui si sente un indifferibile bisogno. La figura dell'Ispettore Ambientale è già esistente nella pianta organica della CSA, già formata e già pagata da tempo per tale qualifica, pur non svolgendola perchè sinora il dipendente preposto era adibito ad altre mansioni. Pertanto, a fronte di nessun maggior costo a carico di alcuno, questa Amministrazione attiverà un servizio, che, implementando l'attività di tutela ambientale svolta sinora dalla Polizia Municipale, possa iniziare a risolvere l'annoso problema dell'illegale abbandono dei rifiuti in città ed in periferia.
Evidentemente il consigliere Amante ignora le potenzialità della figura dell'Ispettore Ambientale, che non si limitano assolutamente al controllo ed alla repressione, rimanendo, peraltro, attualmente quest'ultima in capo alla Polizia Municipale, ma che si estendono all'informazione e quindi alla prevenzione di uno dei più evidenti fenomeni di inciviltà cittadina.
Inoltre intorno a questa figura è ferma intenzione dell'Amministrazione sviluppare una rete di sinergie con i cittadini che intenderanno volontaristicamente collaborare per mantenere pulito e decoroso il nostro territorio.
In tal senso l'esperienza e l'eccellente mappatura delle discariche abusive realizzata da Città Nostra, con cui si è già attivato un dialogo informale di condivisione di obiettivi, sarà un punto di riferimento prezioso da cui partire.
Lo strumento di un controllo diretto da parte dei cittadini sui servizi erogati dall'Amministrazione in generale e dalla CSA in particolare, sarà la chiave di volta per superare quelle criticità evidenziate, per la prima volta formalmente, alla società mista, al fine di ottenere risultati ottimali.
Per buona pace del consigliere Amante, in ogni caso mi preme sottolineare che il rispetto e la tutela dell'ambiente sono argomenti su cui questa amministrazione intende investire convinta com'è che il risultato di un intervento ambientale efficiente decuplica la somma investita trasformando positivamente la qualità della vita dei cittadini.
Non ci faremo certo costringere all'immobilismo nel settore dei rifiuti dalla scadenza prossima della CSA, ma lavoreremo alacremente, seppur nei limiti di una legge regionale sui rifiuti che deve ancora prendere avvio, per migliorare la situazione attuale, mantenendo l'impegno assunto in campagna elettorale.