L'Università del Salento nella rete dell'Onu

Stampa

onubandiere onubandiere Durante una manifestazione tenutasi a Bari oggi, l'Università del Salento - assieme all'Università di Bari, al Politecnico di Bari, alla Fordham University di New York, al Queens College di New York e alla Hofstra University di New York - è stata associata al progetto delle Nazioni Unite Academic Impact, un network di più di 800 Università che le Nazioni Unite ha organizzato come proprio organo al fine di diffondere i principi fondamentali dei diritti umani, della formazione come opportunità per tutti, della cittadinanza globale, del mantenimento della pace e della risoluzione dei conflitti, della lotta alla povertà, della sostenibilità.

In questo giorno si celebra in Italia l'ingresso delle citate sei istituzioni accademiche, tre pugliesi e tre di New York, nell'UNAI, alla presenza dell'Ambasciatore delle Nazioni Unite, Ramu Damodaran, Direttore del Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazione Unite e Capo dell'United Nations Academic Impact (UNAI).

L'Ambasciatore ha ricordato che il ruolo delle Università è fondamentale per il perseguimento dei principi enunciati e ha sottolineato come le Nazioni Unite tengano molto a questo progetto, proprio per avviare dai luoghi di disseminazione della cultura e della scienza il rinnovamento e il riequilibrio che il mondo attende.

Significativa è stata la scelta della Regione Puglia per l'ingresso ufficiale delle sei Università, tutte presenti ai loro massimi livelli di rappresentatività, e importante appare l'occasione di avviare scambi con il sistema delle Università di New York del quale si è parlato subito dopo la chiusura delle cerimonia formale. I tre ospiti delle Università di New York hanno apprezzato l'accoglienza ricevuta e ribadito che con grande orgoglio si accingono a partecipare al network UNAI, molto ambito negli Stati Uniti d'America, nei cui ideali credono fermamente.

Il Rettore Domenico Laforgia ha ribadito l'interesse dell'Università del Salento alla partecipazione e la piena volontà di sostenere con entusiasmo gli ideali che con questo progetto le Nazioni Unite portano avanti. L'Università del Salento, ha detto, crede molto nella internazionalizzazione e nella collaborazione accademica, sulle quali ha puntato i propri progetti di sviluppo per rafforzare il suo posizionamento e la credibilità scientifica, dai quali raccoglie già i primi importanti risultati.