Cardoncello gigante coltivato a Galatina. Pesa 1,7 kg

Stampa

Dim lights L'ha quasi 'allevato' come fosse un figlio. In una settimana, Salvatore Mandorino, 36 anni, agricoltore galatinese, l'ha visto crescere e svilupparsi superando enormemente in dimensioni tutti i suoi vicini di lettiera. Ora lo impugna come fosse uno scettro e lo presenta orgoglioso prima di farlo a fette e dadini per preparare un delizioso sugo con cui condire abbondanti pappardelle. Si tratta di un cardoncello gigante "nato da spore delle Murge" coltivato in via Carlo Alberto dalla Chiesa a Galatina. Il suo gambo ha raggiunto un'altezza di 39 cm ed ha un diametro alla base di quasi 8 cm. Il cappello ha una circonferenza di un metro e 22 cm. Questo fungo record pesa un 1,7 chilogrammi.
Salvatore, fino ad un anno fa, faceva un altro lavoro. "Ma ho l'agricoltura nel sangue –dice- ed ho mollato tutto per fare il mestiere di mio padre". Con ottimi risultati, non c'è che dire!