Restaurata a Galatina la lapide ricordo di 'Fortunato Cesari'

Stampa

"Sottotenente Pilota Fortunato Cesari, medaglia d'oro al valore militare. "Ardito pilota da ricognizione strategica la sua balda giovinezza immolò per la patria nostra. Cielo del lago Auasa. 8 novembre 1936. Galatina riconoscente onora il suo martirio (7 giugno 1998)". E' questa l'iscrizione contenuta nella lapide circolare che ricorda il nostro eroico concittadino nella 'villetta' della piazza a lui intitolata. Ieri è stata resa nuovamente fruibile alla vista dopo il restauro voluto dalla signora Nanza De Blasi e curato, da un punto di vista tecnico, da Daniele Grappa, (il video è all'interno)

geometra dell'Ufficio tecnico di Galatina.
Alla presenza del sindaco, Cosimo Montagna, del comandante del 61° stormo, Sergio Cavuoti, del vicequestore Giovanni Bono, del maresciallo Osvaldo Leo, responsabile della Stazione Carabinieri, di consiglieri comunali ed assessori, di rappresentanti dell'Associazione Arma Aeronautica e della Polizia di Stato, ieri mattina, Lidia Mele, nipote del pilota galatinese ha ringraziato chi ha curato il restauro e la città per il perenne ricordo dello zio.
Dim lights