Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

Soccorsi nelle acque della Montagna spaccata 57 naufraghi su un veliero

E-mail Stampa PDF

migranti57 migranti57 Sono molto provati dal lungo viaggio che li ha portati sulle coste salentine a bordo di un veliero monoalbero di circa 14 metri, battente bandiera statunitense. Sono 57 in tutto, tra cui 43 uomini, 9 donne e 5 bambini di varie nazionalità (afgani, siriani, bengalesi). Li ha soccorsi nella mattinata di ieri la Guardia Costiera di Gallipoli nelle acque prospicienti la "montagna spaccata". Una chiamata al numero per le emergenze in mare - 1530 - ha segnalato la presenza a poca distanza dalla costa di una imbarcazione a vela con diverse persone a bordo. I militari hanno immediatamente attivato le procedure previste per il soccorso, inviando in zona motovedetta CP310, specializzata per il soccorso costiero e d'altura ad un elevato numero di persone, ed il battello pneumatico GC A91 ai quali si è successivamente aggiunto un mezzo navale reso disponibile dalla sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Gallipoli. Le condizioni del mare particolarmente proibitive ed in peggioramento hanno indotto i militari a rimorchiare l'imbarcazione in porto a Gallipoli dove è giunta nella tarda mattinata. Ad attendere i migranti c'erano il personale ed i mezzi del servizio 118 e le ambulanze della locale sezione di Protezione civile preventivamente allertati dai militari della Capitaneria.
Le operazioni di sbarco sono avvenute presso la darsena della Capitaneria di Porto con l'ausilio dei militari della Guardia di Finanza, della sezione navale della Polizia di Stato ed i Carabinieri della stazione di Gallipoli. Accertato il discreto stato di salute generale dei naufraghi, cinque dei quali hanno avuto bisogno di ulteriori verifiche sanitarie e pertanto sono stati trasferiti presso il locale nosocomio, in 52 sono stati ricoverati presso il centro "Don Tonino Bello" di Otranto per essere sottoposti ad identificazione oltre che agli accertamenti di rito a cura del personale del pool investigativo costituito in seno alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce.


Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 67 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4439
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 6105167
You are here: News Cronaca nera e giudiziaria Soccorsi nelle acque della Montagna spaccata 57 naufraghi su un veliero