Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

Galatinese picchia in casa padre e fratello e il giudice lo manda in carcere. Era ai domiciliari

E-mail Stampa PDF

carabinierigalatina carabinierigalatina Il 18 agosto scorso aveva aggredito con calci e pugni suo padre e suo fratello che dovettero ricorrere alle cure dei medici. A. V., 30 anni, galatinese, già noto alle forze dell'ordine, stava scontando una pena detentiva presso il suo domicilio. Una settimana fa la prognosi per i suoi congiunti fu di pochi giorni ma evidentemente vivere tutti insieme sotto lo stesso tetto era diventato impossibile. Il padre si è visto costretto a chiedere al magistrato l'allontanamento da casa del figlio. L'annotazione dei Carabinieri di Galatina, diretti dal maresciallo Alessandro Todaro, deve aver convinto il giudice a respingere l'istanza di A. V. tendente ad ottenere il definitivo beneficio dei 'domiciliari'. Ieri sera gli uomini dell'Arma lo hanno perciò trasferito nella Casa Circondariale di Lecce. L'uomo pare abbia anche per problemi legati all'uso di sostanze stupefacenti.

 


Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 97 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4438
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 6668459
You are here: News Cronaca nera e giudiziaria Galatinese picchia in casa padre e fratello e il giudice lo manda in carcere. Era ai domiciliari