Div.ergo compie due anni e rimane aperto per tutta la giornata

Stampa

divergo divergo Compie due anni giovedì 8 dicembre il laboratorio creativo Div.ergo, progetto di integrazione lavorativa per diversamente abili promosso dall'Associazione di volontariato C.A.Sa. (Comunità Animatori Salesiani) di Lecce. Due anni sono pochi, non fanno neppure cifra tonda. Ma Div.ergo ha già alle spalle, oltre ad anni di relazioni e scambi tra volontari e lavoratori con disabilità, l'incoraggiamento e il sostegno di Istituzioni, clienti, simpatizzanti, benefattori. Soprattutto ha nel cuore la voglia di crescere.

I dodici mesi che si chiuderanno il giorno della festa dell'Immacolata raccontano visite e incontri straordinari con il cantautore Simone Cristicchi e con il fondatore del SERMIG Ernesto Olivero, amico personale di Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta; possono narrare di tantissimi clienti e turisti passati dal nostro laboratorio non solo per comprare gli oggetti in fimo o in ceramica decorata prodotti nel laboratorio, ma anche per lasciare traccia di sé, con un complimento, una firma sul libro degli ospiti, per proporsi per un aiuto, per fare volontariato; possono dire dei riconoscimenti ricevuti a partire dal premio nazionale Hartigianato (Spoleto, 10 dicembre 2010) fino alla menzione sulla guida Lonely Planet.

L'anno appena trascorso è stato arricchito anche dagli incontri culturali organizzati dai soci dell'Associazione C.A.Sa. sul tema della diversità dal titolo "Divergente", con l'obiettivo di offrire, nel cuore della città, un'idea alternativa di diversità e di disabilità, e dal primo corso per volontari con diversamente abili "L'H-demia della diversità" rivolto a studenti universitari e giovani under 35.

Tante parole hanno raccontato la nostra esperienza sulla carta stampata, in televisione, in radio e sul web.

Ciò che è più importante per noi rivivere durante il compleanno, però, è la gioia di chi, da dentro, costruisce Div.ergo, intrecciando le proprie abilità e disabilità con quelle altrui, sporcandosi le mani, la faccia e il cuore, perché essere nel laboratorio non sia solo "un po' di tempo da offrire", ma un vivere e crescere insieme, più ricchi perché diversi e solidali. Un intreccio che anche decine di bambini delle scuole primarie "Cesare Battisti" e "Livio Tempesta" di Lecce hanno sperimentato, mettendoci le mani e collaborando con noi, partecipando al progetto "A scuola di diversità": due ore in cui riconoscere le proprie abilità e disabilità e lavorare secondo lo stile di Div.ergo, cioè mettere a disposizione le proprie capacità e affidarsi agli altri sulle proprie debolezze.

L'8 dicembre Div.ergo, in via Libertini, sarà aperto alla città dalla mattina fino a sera: non sarà una giornata all'insegna della memoria, ma un tempo di festa, per parlare del nostro sogno, delle nostre realizzazioni, dei nostri progetti futuri. Ai visitatori del laboratorio verrà distribuito gratuitamente il foglio .Ergo, una pagina, la prima di tante uscite mensili che vogliono raccontare l'evoluzione del progetto, offrire uno sguardo su quanto lo anima, sulle sue vicende, sulle curiosità, sulle "frasi famose" dei nostri amici diversamente abili.