Galatina.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
"C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare"
Viva Athena
Parva

Una Puglia fuori dall'ordinario con gli 'Open days'. Il programma dettagliato

E-mail Stampa PDF

Open-Days-Puglia-logo Open-Days-Puglia-logo Aperture straordinarie per una Puglia fuori dall'ordinario: in questo slogan è racchiuso senso e cuore del progetto di promozione, fruibilità e accoglienza "Open Days 2012", voluto dall'Assessorato regionale al Turismo e realizzato dal suo braccio operativo, l'Agenzia regionale Pugliapromozione. Start up: 1 luglio – 30 settembre 2012, per poi continuare dal 1 ottobre, con Discovering Puglia. (all'interno il programma dettagliato)

Valorizzazione, fruibilità e accoglienza si declinano in iniziative che si svolgono in contemporanea in tutta la regione, come in un grande sightseeing tour per i turisti e assolutamente gratis.
Si ripetono ogni giovedì, venerdì e sabato e sollevano il velo su chiese e luoghi di culto, centri storici, castelli, palazzi e dimore storiche, musei e siti archeologici, parchi e riserve naturali protette, percorsi enogastronomici e piccoli borghi. Anche i meno conosciuti.
Con Open Days l'inaccessibilità diventa accessibilità sostenibile, patrimonio collettivo, bene comune, tant'è che, in questa ottica, per la prima volta, attraverso una convenzione stipulata con l'Ente nazionale per la protezione e l'assistenza dei sordi, il viaggiatore potrà chiedere l'assistenza, nell'ambito dei tour e delle visite guidate cui è interessato, di un interprete LIS, la lingua dei segni.
Un numero verde dedicato (800 174 555 - LU/SA dalle 15h alle 20h ITA – ENG) e il servizio di info e prenotazioni all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e negli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica di Pugliapromozione - potenziati grazie ad una convenzione con l'Unpli, con circa 50 ragazzi arruolati sul territorio regionale nell'affascinante mestiere dell'accoglienza, professionale ed in lingua - completano il cerchio magico dell'accoglienza. Potenziati gli orari di apertura degli Iat anche fino alle 23, nuovi infopoint a Gallipoli, Lecce, Santa Maria di Leuca. Raddoppiati gli uffici IAT a Santa Cesarea Terme ed Otranto (con l'apertura di un nuovo ufficio all'interno del Castello).
Oltre 150 Beni del patrimonio culturale, in 54 Comuni; 20 tra parchi e aree protette che interessano altri 60 Comuni: questi i numeri regionali di Open Days.
Significativo il contributo della provincia di Lecce. Ogni giovedì l'Enogastronomia con 17 Comuni, 4 Masserie, 17 Cantine, 39 tour enogastronomici tra laboratori didattici, degustazioni, visite guidate.
Ogni venerdì la Natura, tra passeggiate naturalistiche ed escursioni in ben 8 Parchi e Aree Protette.
Ogni sabato il Patrimonio culturale con 11 Comuni, 19 Chiese, Musei, Castelli, Aree Archeologiche e Palazzi storici, 269 visite guidate. Per aperture straordinarie dalle 20 alle 23.

 

Valorizzazione, sistema, efficienza. Fra tradizione e innovazione. Tra fruibilità e sostenibilità. Fra accoglienza e promozione. Una Puglia, insomma, da vivere tutto l'anno. Gli itinerari selezionati aprono mondi sconosciuti, per far emergere le innumerevoli e strategiche peculiarità territoriali e mettere in rete le eccellenze locali.
Queste le parole chiave con le quali fotografare il progetto che, coinvolgendo i territori ritenuti a più forte vocazione turistica, come il Salento, valorizza prodotti solidamente legati alla storia, alla cultura, alla tradizione enogastronomica e al patrimonio naturalistico, nel quadro comune di un'offerta che si presenta sul mercato internazionale tanto ricca quanto complessa e variegata nelle sue molteplici specificità locali.
"La Regione punta su un'ampia rete di attrattori turistici territoriali, secondo un modello d'intervento efficace ed efficiente, costruito intorno alla domanda, alla qualità dell'accoglienza e alla fruibilità sostenibile", afferma l'assessore regionale al Turismo, Silvia Godelli, "Si tratta di un progetto innovativo, orientato a valorizzare destinazioni e siti di rilevanza turistica, implementando l'interazione con le singole realtà territoriali, all'interno di una rete di sistema. Il potenziamento degli attrattori, come è dimostrato da significativi case-history nel mondo, è in grado di imprimere forte accelerazione ai tassi di sviluppo socio-economico dell'intero territorio di riferimento, che trova un suo ulteriore e particolare fondamento nella necessità odierna di sostenere il settore alla luce di una congiuntura economica internazionale di segno negativo . Un lavoro corale che trova conferma della sua validità in molteplici indicatori e attestazioni di qualità e apprezzamento verso il prodotto turistico della nostra regione".
Sulla stessa linea il direttore di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo. "Dall'estate 2012 la Puglia delle vacanze e della buona accoglienza parlerà con una sola lingua, con iniziative di qualità che correranno sullo stesso filo conduttore in tutta la regione, in modalità integrata", sostiene, "Brand unico, dalla Magna Grecia alla Puglia imperiale, dal Gargano al Salento, dalla Terra di Bari alle Murge, alle Gravine, alla Valle D'Itria. Tutte le iniziative, infatti, si sviluppano in rete e in contemporanea con le altre 5 province, col supporto operativo delle comunità locali, attori istituzionali (Mibac, Province, Comuni) e di partner ritenuti fondamentali nelle strategie di promozione e marketing dell'industria turistica (assessorati alle Politiche agricole e Assetto del territorio). La competizione, infatti, si misura oggi sulla capacità di mettere in rete prodotti specifici ed eccellenti, nell'ambito di una offerta unitaria, di cui il Salento è leva strategica, per proporre prodotti diversificati e fruibili oltre il periodo estivo. Un pacchetto di misure straordinarie per affiancare alla potenza del brand "Salento"sul mercato nazionale, un elevato standard di qualità nell'organizzazione turistica, che è la carta vincente per soddisfare la domanda internazionale. Per tale motivo abbiamo voluto elevare l'efficienza della macchina pubblica dell'accoglienza, rafforzando gli Uffici IAT, destinando agli aeroporti di Bari e Brindisi due nuovi siti fissi e a tre città salentine a maggiore valenza turistica nuovi infopoint mobili".
Parola d'ordine, non tradire il turista. Anzi, fidelizzarlo. Di certo, accompagnarlo nel suo breve o lungo viaggio che si fa esperienza.
I luoghi sono quelli della memoria e del quotidiano. Della natura evocativa e della contemporaneità che accompagnano anche "Puglia dal Mare" con la messa in rete di tutti gli attrattori del segmento, tra minicrociere, escursioni, visite alle grotte marine ed immersioni in aree marine protette. 12 le associazioni coinvolte in 7 Comuni.

Scarica da qui il programma dettagliato


Articoli correlati

L'editoriale

Strabismi

Una canzone al giorno

La ricetta di oggi

Pasta, fagioli e cozze

Manuela Mercuri      
La ricetta di oggi

I più letti della settimana

Cerco cuccia!

Login

Chi è online

 124 visitatori online

Statistiche

Utenti : 5
Contenuti : 4439
Link web : 4
Tot. visite contenuti : 5756512
You are here: Iniziative Italia Una Puglia fuori dall'ordinario con gli 'Open days'. Il programma dettagliato