Un Ufo nei dipinti della Basilica di Santa Caterina a Galatina

Stampa

Caro direttore, la nostra amata Galatina non finisce mai di stupirmi e meravigliarmi. Tanti sono i beni artistici e architettonici che i nostri straordinari predecessori ci hanno lasciato in eredità. Tesori d'inestimabile valore, i quali ci riservano sorprendenti scoperte se guardati con attenzione. Qualche mese fa mio figlio tornando a casa, mi fa partecipe di una scoperta sensazionale. Il pomeriggio di quello stesso giorno, nel convento di Santa Caterina D'Alessandria, dopo l'incontro settimanale con i giovanissimi della Parrocchia, si trova a sostare per qualche istante nel chiostro della Basilica e in quel luogo fa una scoperta meravigliosa, alzando lo sguardo verso i dipinti che decorano il chiostro, precisamente nel riquadro che rappresenta la Provvidenza, nota tra le mani di un angelo uno strano oggetto dalle forme singolari. Papà, papà, lo sai che tra i dipinti del chiostro della Basilica vi è un UFO? Questo, è ciò che mi comunicò, meravigliato e soddisfatto della scoperta fatta. Il fatto m'incuriosì, all'indomani mi recai per assicurarmi se quello che aveva visto non fosse frutto della sua fantasia, ma la realtà non lasciò nessun dubbio. Caro direttore, la storia dell'arte è ricca di opere raffiguranti strani oggetti somiglianti a UFO(Unidentified Flying Object) , molti sono quelli che le studiano, ora possiamo invitarli a visitare Galatina e a visionare il fantastico disco volante dipinto da Fra Giuseppe da Gravina nel 1696.